Network UPS Tool addon per Hass.io

HassioHelp

Network UPS Tool addon per Hass.io

Introduzione

A tutti sarà capitato, almeno una volta, di arrabbiarsi perché a causa di un black-out il Raspberry o il PC/Server in cui gira Hass.io ha perso l’alimentazione elettrica è la domotica di casa si è fermata: per prevenire questo tipo di incidenti occorre un sistema che protegga qualsiasi apparato elettronico ad esso collegato in caso di interruzione accidentale della corrente elettrica.
In commercio esistono molti modelli di UPS (“Uninterruptible Power Supply”, è questo il nome dell’apparecchio), che garantiscono sia il funzionamento degli apparati collegati  attraverso l’erogazione di corrente sia filtrando  i disturbi proveniente dalla rete elettrica: in questo articolo vedremo come interfacciare un UPS con Hass.io tramite un addon basato sul software NUT (Network UPS Tool) la cui configurazione è “tailor-made” per gli UPS della serie Tecnoware ERA Plus con porta USB.

Requisiti

Per poter recuperare le informazioni dal nostro UPS il requisito fondamentale è che sia dotato di porta USB da collegare al Raspberry o al miniPC in cui gira Hass.io

Installazione

Per prima cosa occorre aggiungere il repository https://github.com/jumping2000/hassio-addons dentro l’add-store di Hass.io come da figura seguente e procedere con l’installazione dell’addon.

Una volta scelto il repository dell’addon vi troverete nella classica schermata di installazione che presenta in aggiunta alla configurazione dell’addon che vedremo di seguito, anche una descrizione completa dell’addon stesso e il codice YAML da aggiungere in Hass.io

Configurazione addon

La configurazione dell’addon presenta numerosi parametri che possono essere variati per adattarli alle proprie esigenze, ma se non sapete bene quello che state facendo vi consiglio di modificare solo i parametri seguenti:

 

 

“username”: “user”,
“password”: “pwd”,
Use e password scelti per accedere all’addon, i dati vanno ripresi nella configurazione del sensore in HA
“runtime1”: 420,
“power1”: 100,
“runtime2”: 700,
“power2”: 50
Questa è la parte di configurazione che serve per la stima della durata delle batteria dell’UPS in caso di blackout. I valori sono “adattati” per il Tecnoware ERA+ 1100.

Il primo valore “runtime1” indica la durata in secondi a pieno carico (100), il valore “runtime2” indica la durata (in secondi) con un carico del 50%

“upsname”: “tecnoware1100”,
“driver”: “blazer_usb”,
“port”: “auto”,
“vendorid”: “0665”,
“productid”: “5161”,
“desc”: “Tecnoware ERA 1100”
Dati specifici per l’UPS Tecnoware ERA+, i dati che possono essere variati a piacimento sono “upsname” e “desc”

“blazer_usb” è il driver usato dal Tecnoware ERA+, per altri UPS occorre cambiarlo, vale lo stesso per “vendorid” e “productid”

Se tutto è andato bene dovreste vedere nel log dell’addon qualcosa di simile.

Configurazione HA e Lovelace

Per visualizzare le informazioni dell’UPS su Home Assistanrt occorre aggiunger inconfiguration.yaml la seguente configurazione, da personalizzare con user e password inseriti nell’addon e l’indirizzo IP dell’host (raspberry) dove gira l’addon, nella sezione sensor:

 

Per quanto riguarda la configurazione dell’interfaccia grafica Lovelace io ho utilizzato questa visualizzazione:

Il codice è riportato di seguito, ovviamente occorre personalizzarlo con i corretti nomi delle entità e inserito dove più aggrada:

Prossimi sviluppi

La prossima versione permetterà di inserire i valori delle tensioni HIGH e LOW della batteria dell’UPS in modo da permettere al software NUT di fare stime più precise sulla durata.

Ho preparato una nuova versione dell’addon riprendendo il community addon: https://github.com/jumping2000/addon-nut

Ringraziamenti:

L’addon è un “fork” di altri progetti presenti su Github che ho personalizzato ed adattato alle mie esigenze, il vero  lavoro è stato fatto da:

 

Sostienici, dona un caffè al nostro sito

 

 

70 risposte

  1. Avatar BePPe ha detto:

    Questo utile addon Lo uso dal day one del rilascio e funziona egregiamente, un must per chi ha questo economico ma performante UPS .
    Se non ci fosse bisognerebbe inventarlo
    Grazie ?? Gianpi ?

  2. Avatar Cristian ha detto:

    Ciao grazie per la guida , ho comprato oggi questo ups ma nel log mi rimane così:
    Log
    Network UPS Tools – UPS driver controller 3.8.0-3396-gcdc7c4b5b1
    Network UPS Tools – Megatec/Q1 protocol USB driver 0.12 (3.8.0-3396-gcdc7c4b5b1)
    Supported UPS detected with megatec/old protocol
    Rating information unavailable
    Startup timer elapsed, continuing…

    sai cosa può essere?
    Ti ringrazio
    Cristian

  3. Avatar Cristian ha detto:

    ok ora dopo aver riavviato sia ups che raspberry il log funziona !

    ho solo messo host: 0.0.0.0
    al posto host: IP_ADDRESS
    nel configuration.yaml

    ora funziona !
    ciao ciao

  4. Avatar Davide ha detto:

    Salve a tutti.. prima di poter acquistare questo splendido prodotto.. qualcuno saprebbe dirmi .. quanti minuti resterà attivo il raspberry 3 model B + con Hassio installato senza la tensione elettrica ?? Grazie mille

  5. Avatar Gherardo ha detto:

    Grazie per questa guida. Ho però alcune difficoltà: avendo un UPS diverso (probabilmente compatibile) ho difficoltà a reperire il “vendorid”, il “productid” e vorrei sapere se il driver deve essere installato sul raspberry (Home assistant gira su HASSIO, chiaramente). Qualcuno mi può aiutare?

    • Avatar Giampi ha detto:

      la domanda non mi è chiara, l’addon ha tutto il necessario per far funzionare il software NUT, per vendorid e productid lascia i valori di default

      • Avatar Gherardo ha detto:

        Nella spiegazione è scritto che sia driver sia vendorid che productid vanno cambiati a seconda del modello di UPS utilizzato. Da qui la mia domanda.

        • Avatar Giampi ha detto:

          eh ma se non li sai o lasci quelli di default o li togli, in ogni caso devi verificare quello che succede. La non chiarezza della domanda è riferita ad installazioni di driver sul raspberry

          • Avatar Gherardo ha detto:

            Perfetto. Ho lasciato quei valori di default e tutto funziona perfettamente. Scusa ma pensavo fosse fondamentale “personalizzare” quei dati in riferrimento al modello di UPS, invece, almeno nel mio caso, no.
            Grazie ancora.

          • Avatar Giampi ha detto:

            Ottimo!! puoi lasciare scritto il tuo modello di UPS in modo da essere utile ad altri utenti? grazie

          • Avatar Gherardo ha detto:

            Certo: è un V7 UPS1DT750-1E che è, credo, una “copia” del TECNOWARE ERA PLUS STRIP 800 e forse anche per questo compatibile con questa configurazione.
            Se qualcuno avesse bisogno di altre delucidazioni in merito, se ne sarò capace, le darò senz’altro.

  6. Avatar Stefano ha detto:

    Ciao a tutti!!!
    Intanto grazie mille per l’articolo, semplicissimo e chiarissimo.
    Premetto che ho installato tutto su Windows tramite VirtualBox (Installato Hassio)
    Avrei un problema,
    Ho installato e configurato il tutto, che funziona senza problemi, ma dopo circa 3/4 minuti si interrompe facendo chiudere la macchina virtuale, con un errore la memoria non poteva essere read.
    Da cosa può dipendere?

    • Avatar Giampi ha detto:

      difficile da dire, mai riscontrato questo problema nelle installazioni su raspberry o PC.

      • Avatar Stefano ha detto:

        Ti ringrazio per la risposta, alla fine ho risolto utilizzando VmWare.
        Avrei un altra domanda, io al momento ho un UPS della Elsist (Nemo 2.0) Modello vecchio.
        sono riuscito a farlo connettere, nei log vedo questo:

        Network UPS Tools – UPS driver controller 3.8.0-3220-g866b921892
        Network UPS Tools – Megatec/Q1 protocol USB driver 0.12 (3.8.0-3220-g866b921892)
        Supported UPS detected with megatec protocol
        Rating information unavailable
        Vendor information unavailable
        No values provided for battery high/low voltages in ups.conf
        Using ‘guestimation’ (low: -0.866667, high: -1.083333)!
        Battery runtime will not be calculated (runtimecal not set)
        Network UPS Tools upsd 3.8.0-3220-g866b921892
        0.000000 fopen /var/run/nut/upsd.pid: No such file or directory
        0.003835 listening on 0.0.0.0 port 3493
        0.006298 Connected to UPS [ups]: blazer_usb-ups
        nel file configuration.yaml ho questo:
        sensor:
        – platform: nut
        name: “Tecnoware UPS”
        host: 0.0.0.0
        port: 3493
        username: miousername
        password: miapassword
        resources:
        – battery.charge
        – battery.runtime
        – battery.voltage
        – ups.load
        – ups.status.display
        – input.voltage
        – output.voltage
        – input.frequency

        ma non mi crea le entità per monitorare lo stato.
        Grazie mille
        Stefano

        • Avatar Stefano ha detto:

          Avendo installato Hass.io come posso eseguire questo comando?
          $ upsc ups_name@192.168.11.5
          Grazie Mille
          Stefano

        • Avatar Giampi ha detto:

          Questo “risposta”: Using ‘guestimation’ (low: -0.866667, high: -1.083333)!
          Non è corretta, dovrebbe esserci un low intorno ai 10v e un HIGH sui 12-13. Visto che il tuo Ups non é un tecnoware dovresti vedere se occorre cambiare driver o aggiungere altri parametri.

          • Avatar Stefano ha detto:

            Grazie mille per tutto l’aiuto!!
            Ho provato ad eseguire il comando ma mi chiede user e se metto root mi avvia la linea di comando di Hassio dicendo che il comando docker non è riconosciuto…
            Ho letto che per il mio ups devo aggiungere a mano i valori della batteria ma non so come scriverli ho solo capito che il file e ups.conf tu potresti aiutarmi?

          • Avatar Giampi ha detto:

            al momento l’addon permette di specificare solo i parametri presenti nella config dell’addon stesso, vedrò di inserirli una prossima versione

  7. Avatar Davide ha detto:

    Salve a tutti.. ho un paio di domande da farvi.. forse Gherardo potrebbe rispondermi in quanto le ha postate lui e forse ha anche le risposte.. grazie in anticipo.
    1) vorrei poter acquistare un ups da collegare il RPI 3 model b con Hass.io docher .. sai effettivamente quanto dura la carica della batteria in assenza di tensione elettrica per i diversi modelli proposti di tecnoware (750 o 900) ??

    2) il collegamento tra PRI 3 e Ups dovrebbe avvenire tramite USB o presa elettrica .. se collegato tramite usb ha la protezione sbalzi di tensione ed interferenze elettromagnetiche sulla porta usb ??

    3) sai se l’ups di tecnoware ha funzionalità di passthrough, ovvero la capacità di accettare corrente in ingresso ed erogarne in uscita, contemporaneamente.

    4) sai se tramite l’addon basato sul software NUT riesce a spegnere Hass.io prima che le batterie si scaricano completamente ??

    principio visualizzato sulla guida proposta da indomus al seguente link:
    “https://indomus.it/progetti/realizzare-un-gruppo-di-continuita-ups-a-basso-costo-per-raspberry-pi/”
    (scusate se ho postato il link)

    • Avatar Giampi ha detto:

      1) solo il 1100 ha la porta Usb per collegare Ups e Raspberry /PC per lo scambio dati e poter usare l’addon
      2) vedi punto 1, devi collegare alimentatore del Raspberry alla presa 220v sull’ups
      3) si
      4) l’addon no. occorre fare un automazione in hassio/hassos o lanciare uno script bash dal SO host

  8. Avatar Davide ha detto:

    Scusami..Giampi.. se non compro quello da 1100 non posso utilizzare l’addon perchè non ha la porta USB.. giusto ?? e quindi se non posso usare l’addon non avrò sensori che rilevano la durata della batteria ups e quindi non potrò creare un’automazione di spegnimento del raspberry.. giusto??

  9. Avatar Davide ha detto:

    Salve a tutti.. qualcuno ha provato tecnoware 1100VA su raspberry con hassio ?? sapete il tempo di durata della batterie con RPI 3 model B+ ??

    Ho letto che il tecnoware 1100VA è di tipo: Line Interactive con stabilizzatore –> entra in azione dopo soli 5 millisecondi.. qualcuno ha riscontrato problemi di alimentazione con RPI ??

    Grazie a tutti.

  10. Avatar Davide ha detto:

    Salve a tutti.. scusate se insito nel capire le cose.. ma il tecnoware è in offerta per 12 ore e quindi vorrei capire se acquistarlo oppure acquistare una power banck.. per alimentare il RPI3 model + il più tempo possibile ed in sicurezza.

    Dai calcoli visto su alcuni siti riportano che per calcolare i Kwh bisogna applicare i watt consumati dal dispositivo per il numero dello ore volute.. 4W (RPI) x 24 ore = 120W /1000 = 0.12 KWh.

    considerando che il tecnoware + di 750 W .. il raspberry dovrebbe funzionare 5 giorni o sbaglio qualcosa??

    • Avatar Giampi ha detto:

      sul sito APC c’è il simulatore, con un UPS da 700W ti dura 4-5 ore (consumo di 5 watt)

      APC Easy UPS, 700 Watts / 1000 VA, 230 V in ingresso / 230 V di uscita, Porta di interfaccia USB, SmartSlot.
      256 min Tempo di esecuzione
      1 % Capacità massima utilizzata

  11. Avatar Davide ha detto:

    Ciao Giampi.. potresti inviarmi il link del simulatore.. non lo riesco a trovare– per 700 intendi VA o Watt .. sai il prezzo ?? Grazie

  12. Avatar Antonio ha detto:

    Buongiorno.. ho acquistato un tecnoware 11100 ed ho installato il vostro addon.. qualcuno sa come configurare i parametri:
    host: IP_ADDRESS
    port: 3493
    username: USER
    password: PWD

    Grazie mille per la rispostata

  13. Avatar GRegorio ha detto:

    Buongiorno.. ho acquistato un tecnoware 1100 Va ed ho installato il vostro addon qualcuno potrebbe aiutarmi con la configurazione dell’addon e del sensore nut in configuration.yaml.. Grazie
    {
    “logins”: [
    {
    “username”: “nut”,
    “password”: “nut”,
    “instcmds”: “all”
    }
    ],
    “pollinterval”: 2,
    “runtimecal”: [
    {
    “runtime1”: 420,
    “power1”: 100,
    “runtime2”: 800,
    “power2”: 50
    }
    ],
    “ups”: [
    {
    “upsname”: “tecnoware1100”,
    “driver”: “blazer_usb”,
    “port”: “auto”,
    “vendorid”: “0665”,
    “productid”: “5161”,
    “desc”: “Tecnoware ERA 1100”
    }
    ],
    “bindaddr”: “0.0.0.0”,
    “bindport”: “3493”,
    “mode”: “standalone”
    }

    • Avatar Giampi ha detto:

      L’addon è già preconfigurato per il tecnoware 1100, basta che cambi user, password e indirizzo IP (che sarà indirizzo IP del tuo raspberry)

      • Avatar GRegorio ha detto:

        Grazie per l’aiuto.. ieri ho effettuato un test sulla durata della batteria..ho constato che dal momento in cui la carica della batteria segnava 0 % allo spegnimento completo dell’ UPS sono passati circa 1 ORA. Qualcuno potrebbe aiutarmi a settare i valori (“runtime1”: 420,
        “power1”: 100, “runtime2”: 800, “power2”: 50) sulla base dei miei test.. Grazie

        Ecco i Test:

        al 100 % della batteria (ora 19:14) il parametro battery ruintime è a 4148
        al 75 % della batteria (ora 19:30) il parametro battery ruintime è a 3161
        al 50 % della batteria (ora 19:48) il parametro battery ruintime è a 2100
        al 25 % della batteria (ora 20:06) il parametro battery ruintime è a 1052
        al 10 % della batteria (ora 20:16) il parametro battery ruintime è a 425
        al 5 % della batteria (ora 20:20) il parametro battery ruintime è a 178

        0% (ora 20 e 23) Si è spento alle 21:10 .. AUTONOMIA DELLA BATTERIA DI CIRCA 2 ORE..

        • Avatar Giampi ha detto:

          Devi attaccare un carico di circa 700 watt all’ups e ti segni quanto dura la batteria, poi ripeti la stessa Procedura con un carico di circa 350w. Questi due tempi sono i dati da inseire nell’addon.

          • Avatar GRegorio ha detto:

            Grazie mille per la dritta.. quindi sulla base di quei 2 valori.. determinare:
            – il tempo totale in secondi (sensor.tecnoware_ups_battery_runtime)
            – la percentuale di carica della batteria (sensor.tecnoware_ups_battery_charge)
            per qualsiasi Watt per i carichi in uscita ??

          • Avatar Giampi ha detto:

            la procedura che ti ho descritto è quella presa direttamente dalla documentazione del software NUT e insieme ad altri dati in input fornisce i dati in output per i sensori dell’addon

  14. Avatar Davide ha detto:

    Ciao.. ragazzi..
    No charge time specified, using built in default [43200 seconds] ?? qualcuno sa dove si specifica questo valore nel vostro addon ??

    Grazie

  15. Avatar Rubens ha detto:

    Buongiorno,
    Ho installato add-on nella nuova versione. Posso chiedere se disponibile una configurazione per i parametri opzionali per il monitoraggio batteria? Ho tecnoware era plus 1100.
    L addon è v stato preso dal repo indicato qui, perché non riesco a far funzionare quello della community.
    Grazie

  16. Avatar Rubens ha detto:

    Buongiorno,
    ho un tecnoware era plus 1100.
    Vorrei chiedere alcune informazioni.
    Ho installato add-on da https://github.com/jumping2000/addon-nut ma non sono riuscito a farlo funzionare. dopo diverse prove (ricevevo sempre errore in avvio del driver) ho provato ad installare add-on da https://github.com/jumping2000/hassio-addons.
    Devo dire che adesso funziona.
    Volevo solo sapere se e come impostare i parametri dei voltaggi batteria e del tempo per ricarica completa( se sono disponibili i valori per il gruppo mi sarebbe comunque d’aiuto).
    Posso chiedere cosa cambia tra le due versioni e quale mi consigliate di tuilizzare?
    Grazie,
    Rubens

    • Avatar Giampi ha detto:

      Sono mesi che uso l’addon “nuova versione” che è aderente agli standard della community, sei sicuro, visto il tuo errore, di aver inserito il driver giusto come scritto nell’articolo?
      Per quanto riguarda i dati sul voltaggio della batteria puoi inserire questi due parametri, nell’addon nuova versione, nella parte devices: “battery_voltage_high” e “battery_voltage_low”

      • Avatar Rubens ha detto:

        Ciao, grazie per la risposta.
        Si il driver era corretto. L’errore riportato non aveva indicazioni specifiche, la cosa che notavo erano dei numeri negativi per i voltaggi al caricamento.
        Posso chiederti per conferma u un esempio di configurazione (Così dovrei avere anche tutti i parametri validi per il mio ups? Stasera provo a reinstallare il tutto. Grazie

        • Avatar Rubens ha detto:

          Mi confermi anche la correttezza del repo gentilmente? Leggendo il readme si è indirizzati alla community, dove però l’addon.non si trova. (A meno di non usare repo edge).
          Grazie

          • Avatar Giampi ha detto:

            I repo che sono fork degli “originali”, sono quelli indicati nell’articolo, uno per vecchia versione e uno per la nuova.

  17. Avatar Gaetano ha detto:

    Ho trovato la guida molto interessante, volevo chiedere se funziona anche per il modello APC Back-UPS BX700UI in quanto ho provato a cambiare nella configurazione il driver mettendo usbhid-ups ma quando faccio partire il servizio il log mi scrive:
    [INFO] Generate upsd.users
    [INFO] Generate ups.conf
    [INFO] Generate upsd.conf
    [INFO] Generate nut.conf
    [INFO] running NUT…
    Network UPS Tools – UPS driver controller 3.8.0-3396-gcdc7c4b5b1
    Network UPS Tools – Generic HID driver 0.41 (3.8.0-3396-gcdc7c4b5b1)
    USB communication driver 0.33
    Fatal error: ‘runtimecal’ is not a valid variable name for this driver.
    Look in the man page or call this driver with -h for a list of
    valid variable names and flags.
    Network UPS Tools upsd 3.8.0-3396-gcdc7c4b5b1
    0.000000 fopen /var/run/nut/upsd.pid: No such file or directory
    0.000565 listening on 0.0.0.0 port 3493
    0.001386 Can’t connect to UPS [APC] (usbhid-ups-APC): No such file or directory

    Grazie per l’aiuto

    • Avatar Giampi ha detto:

      Beh il log parla chiaro, runtimecal non è supportato dal tuo driver e quindi va modificato l’addon affinché funzioni con il tuo UPS, vediamo se nei prox giorni riesco a fare la modifica. Ciao

      • Avatar Gaetano ha detto:

        Sei molto disponibile, ti ringrazio !!!!
        Disponibile per le prove.
        A presto

      • Avatar Gaetano ha detto:

        Ciao Giampi, scusa il disturbo, volevo solo chiederti se per caso eri riuscito a fare la modifica in modo da provarla. Grazie ancora, ciao

        • Avatar Giampi ha detto:

          versione 1.2.4 dell’addon rilasciata, ora i parametri runtimecal non sono obbligatori

          • Avatar Rubens ha detto:

            Ciao, aggiornata ultima versione e l addon non parte.
            90-upsdrvctl.sh: exited 1.

          • Avatar Giampi ha detto:

            stacca il cavo usb, riattaccalo e riprova

          • Avatar Gaetano ha detto:

            Ciao Giampi, ho provato la tua nuova release mettendo questi valori nella configurazione dell’add-on, ma credo di sbagliare ancora qualcosa:

            users:
            – username: provaprova
            password: provaprova
            instcmds:
            – all
            actions: []
            devices:
            – name: ”
            driver: usbhid-ups
            port: auto
            desc: ”
            runtime1: 450
            runtime2: 940
            config: []
            upsd:
            – LISTEN 0.0.0.0
            nut:
            mode: netserver
            poweroff_wait: 5s

            La parte network non la tocco, dopo che faccio start il log mi restituisce:
            [s6-init] making user provided files available at /var/run/s6/etc…exited 0.
            [s6-init] ensuring user provided files have correct perms…exited 0.
            [fix-attrs.d] applying ownership & permissions fixes…
            [fix-attrs.d] 10-nut: applying…
            [fix-attrs.d] 10-nut: exited 0.
            [fix-attrs.d] done.
            [cont-init.d] executing container initialization scripts…
            [cont-init.d] 00-banner.sh: executing…
            ———————————————————–
            Hass.io Add-on: Network UPS Tools
            Manage battery backup (UPS) devices
            ———————————————————–
            Add-on version: 1.2.4
            You are running the latest version of this add-on.
            System: HassOS 2.12 (armv7 / raspberrypi3)
            Home Assistant version: 0.103.4
            Supervisor version: 199
            ———————————————————–
            Please, share the above information when looking for help
            or support in, e.g., GitHub, forums or the Discord chat.
            ———————————————————–
            [cont-init.d] 00-banner.sh: exited 0.
            [cont-init.d] 01-log-level.sh: executing…
            [cont-init.d] 01-log-level.sh: exited 0.
            [cont-init.d] 10-configuration.sh: executing…
            [16:47:36] INFO: Configuring UPS:
            [16:47:38] INFO: Generating /etc/nut/nut.conf…
            [16:47:38] INFO: Generating /etc/nut/upsd.conf…
            [16:47:39] INFO: Configuring user: provatano
            [16:47:40] INFO: Password is NOT in the Have I Been Pwned database! Nice!
            [16:47:41] INFO: Generating /etc/nut/upsmon.conf…
            [16:47:41] INFO: Setting permissions…
            [cont-init.d] 10-configuration.sh: exited 0.
            [cont-init.d] 20-copyfile.sh: executing…
            [16:47:41] INFO: Copying user config files on share folder
            [cont-init.d] 20-copyfile.sh: exited 0.
            [cont-init.d] 90-upsdrvctl.sh: executing…
            [16:47:41] INFO: Starting the UPS drivers
            Network UPS Tools – UPS driver controller 3.8.0-3396-gcdc7c4b5b1
            Network UPS Tools – Generic HID driver 0.41 (3.8.0-3396-gcdc7c4b5b1)
            USB communication driver 0.33
            Fatal error: ‘runtimecal’ is not a valid variable name for this driver.
            Look in the man page or call this driver with -h for a list of
            valid variable names and flags.
            [cont-init.d] 90-upsdrvctl.sh: exited 0.
            [cont-init.d] done.
            [services.d] starting services
            [services.d] done.
            [16:47:41] INFO: Listening for messages via stdin service call…
            [16:47:41] INFO: Starting the UPS information server…
            Network UPS Tools upsd 3.8.0-3396-gcdc7c4b5b1
            0.000000 fopen /var/run/nut/upsd.pid: No such file or directory
            0.000556 listening on 0.0.0.0 port 3493
            0.001352 Can’t connect to UPS [] (usbhid-ups-): No such file or directory

            Grazie ancora

          • Avatar Giampi ha detto:

            Come ti avevo scritto nel precedente commento il parametro “runtimecal” sembra non essere supportato dal tuo “driver”, almeno questo dice il log. La nuova versione dell’addon ti permette di non specificare i parametri runtimecal (runtime1 e 2) però se continui a inserirli nella conf avrai errore. Quindi non inserirli e vediamo cosa succede. Ciao

  18. Avatar Francesco ha detto:

    Ciao, l’articolo è molto interessante e vorrei applicarlo sul mio raspberry dove ho Home Assistant installato su Raspbian. E’ possibile farlo? Come posso installare l’addon e configurarlo? Non sono un esperto. Grazie mille!

  19. Avatar Francesco ha detto:

    installato l’addon e funziona tutto bene 😉
    ho esattamente questo modello di UPS.
    avrei 2 domande però 🙂
    Prima Domanda
    ho notato che la carica del mio UPS non rimane mai al 100%.. è normale? nel senso che arriva al 100% e poi scende fino a circa l’80% per poi ricaricarsi nuovamente
    Seconda Domanda
    Come faccio per far fare uno shutdown al rasp nel caso la batteria arrivasse al 20% per mancanza di corrente?

    Grazie mille in anticipo e complimenti per la guida

  20. Avatar Gaetano ha detto:

    Ciao Giampi, grazie ancora per l’aiuto….
    non avevo capito prima, ho provato a lasciare i campi runtime1 e 2 vuoti o con ” ma se salvo la conf mi da errore e quindi ho provato a mettere entrambi a 0 con la porta in auto e il log mi dice:

    [cont-init.d] 00-banner.sh: exited 0.
    [cont-init.d] 01-log-level.sh: executing…
    [cont-init.d] 01-log-level.sh: exited 0.
    [cont-init.d] 10-configuration.sh: executing…
    [21:01:47] INFO: Configuring UPS: APC
    [21:01:49] INFO: Generating /etc/nut/nut.conf…
    [21:01:49] INFO: Generating /etc/nut/upsd.conf…
    [21:01:50] INFO: Configuring user: prova1prova1
    [21:01:51] INFO: Password is NOT in the Have I Been Pwned database! Nice!
    [21:01:52] INFO: Generating /etc/nut/upsmon.conf…
    [21:01:52] INFO: Setting permissions…
    [cont-init.d] 10-configuration.sh: exited 0.
    [cont-init.d] 20-copyfile.sh: executing…
    [21:01:52] INFO: Copying user config files on share folder
    [cont-init.d] 20-copyfile.sh: exited 0.
    [cont-init.d] 90-upsdrvctl.sh: executing…
    [21:01:52] INFO: Starting the UPS drivers
    Network UPS Tools – UPS driver controller 3.8.0-3396-gcdc7c4b5b1
    Network UPS Tools – Generic HID driver 0.41 (3.8.0-3396-gcdc7c4b5b1)
    No matching HID UPS found
    USB communication driver 0.33
    Driver failed to start (exit status=1)
    [cont-init.d] 90-upsdrvctl.sh: exited 1.
    [cont-finish.d] executing container finish scripts…
    [cont-finish.d] 99-message.sh: executing…
    ———————————————————–
    Oops! Something went wrong.

    We are so sorry, but something went terribly wrong when
    starting or running this add-on.

    Be sure to check the log above, line by line, for hints.
    ———————————————————–
    [cont-finish.d] 99-message.sh: exited 0.
    [cont-finish.d] done.
    [s6-finish] waiting for services.
    [s6-finish] sending all processes the TERM signal.

    • Avatar Giampi ha detto:

      come scritto prima “però se continui a inserirli nella conf avrai errore.”: perché non li togli dalla conf?

      • Avatar Gaetano ha detto:

        la conf adesso è così:
        users:
        – username: prova1prova1
        password: prova1prova1
        instcmds:
        – all
        actions: []
        devices:
        – name: APC
        driver: usbhid-ups
        port: auto
        desc: BX700
        config: []
        upsd:
        – LISTEN 0.0.0.0
        nut:
        mode: netserver
        poweroff_wait: 5s

        E il log è rimasto identico a prima…..

        • Avatar Gaetano ha detto:

          Dopo qualche tentativo ho provato a vedere tramite il terminale la risposta di lsusb e non mi dava niente collegato e quindi ho provato a spegnere fisicamente l’ups e dopo averlo riacceso il log mi dava i valori corretti e sono riuscito a configurarlo in home assistant.
          Ancora grazie a Giampi per la pazienza e l’aiuto.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *