Google Home in Home Assistant

HassioHelp

Google Home in Home Assistant

Con l’arrivo dei dispositivi Google Home e Google Home Mini nelle nostre case potremmo, attraverso semplici comandi vocali, comandare i nostri devices integrati in Home Assistant, in modo totalmente gratuito. Vediamo ora come renderlo possibile.

Per far ciò i pre-requisiti sono: aver installato e configurato DuckDns con certificato SSL, in questo modo avrete il vostro HA con dominio https://ilmiodominio.duckdns.org:8123 altri certificati SSL non sono compatibili con Goole Assistent.

 

1.   CREARE IL PROPRIO PROGETTO

Create un nuovo progetto nella console action on Google.
a. Premete Add/Import project

 

Dare un nome al progetto selezionare lingua e regione italiana e premete CREATE PROJECT

 

b. Cliccate su Home control e poi su Smart home

 

c. Su questa schermata premete su Quick setup

Poi premete su Name your Smart Home action e sulla schermata successiva date un nome al vostro progetto e premete SAVE in alto a destra.

Ora tornate indietro premete il tasto Overview in alto a sinistra

Sempre su Quick setup premete Setup account linking

 

d. Su Setup account linking impostate come segue

  1. https://oauth-redirect.googleusercontent.com/
  2. una stringa random alfanumerica (scrivete quello che volete non necessaria ad HA)
  3. https://ilmiodominio.duckdns.org:8123/auth/authorize
  4. https://ilmiodominio.duckdns.org:8123/auth/token
  5. la vostra email

  6. Scrivete ciò che volete non ha importanza

 

Al posto di https://ilmiodominio.duckdns.org:8123 inserite il proprio dominio duckdns in base alla vostra configurazione di accesso inserite o meno la porta :8123, se avete aperto la porta dal 443 al 8123 non è necessario inserire la porta dopo il dominio

 

e.  Andate su Build your Action e premete su Add Action(s)

7. https://ilmiodominio.duckdns.org:8123/api/google_assistant
      Premete DONE per salvare

 

f. Per conoscere esattamente il nome del vostro progetto project_id  per poi inserirlo nel file di configurazione di Home Assistant premete il simbolo  , poi Project settings di seguito comparirà la finestra:

 

 

2.    CREARE LA API KEY:

a.  Andate nella console sviluppatori, selezionate il vostro progetto al link: https://console.developers.google.com/apis/dashboard
Selezionate Libreria e digitate homegraph e selezionate la HomeGrph API e abilitatela

b.  Tornate su Credenziali e create una Chiave API
c.  Copiatevi da qualche parte la Chiave API appena creata vi servirà per configurare Home Assistant
(es. AIzaSyBk68jiKlCQjQwIMTVplXBtK8f5wG3J-NM)
d.  Andate su Restrizioni delle API e selezionate HomeGraph API

 

 

3.   CONFIGURAZIONE DI HOME ASSISTANT

Ora configureremo il file configuration.yaml  con il componente Google Assistant.

Project_id: il nome del progetto lo abbiamo visto prima dove trovarlo (sezione 1 f)
Api_key: la chiave che abbiamo creato in HomeGraph (sezione 2 c)
exposed_domains: le istanze che volete esporre a Google Assistant (light, switch, climate, ecc…) tutte scritte in minuscolo

Dopodiché riavviate.

Tornate nella console action on Google selezionate il vostro progetto e premete simulator se non è abilitato abilitate la funzione Test, selezionate la lingua italiana e un paese in Italia, poi nella riga di comando scrivete qualsiasi cosa, vi darà comunque un errore ma è normale.

4.   AGGIORNAMENTO ISTANZE SU GOOGLE ASSISTANT

Se si desidera l’aggiornamento automatico delle proprie istanze senza scollegare e ricollegare il proprio progetto in Home Assistant, utilizzare il servizio google_assistant.request_sync.

In alternativa create un’automazione che all’avvio lanci il servizio di sincronizzazione.

 

Ora seguite la guida Prima Configurazione di Google Home in questo modo potrete concludere l’accoppiamento tra Home Assistant e Google Home

 

Se si desidera condividere la propria casa domotica seguite questa guida: Condividere i dispositivi di casa con altre persone

 

12 risposte

  1. Avatar Fabrizio ha detto:

    Salve e ottima guida…
    L’unica cosa che a me non è chiara è l’ultima parte riguardante l’aggiornamento automatico delle istanze. Quel pezzo di codice lo inserisco nel file automations.yaml ma mi da errore!
    Come devo fare?
    Grazie mille

    • Enrico Enrico ha detto:

      Ciao il codice per l’aggiornamento in automatico va aggiunto sempre nello stesso file di lovelace come nell’immagine poco sopra del codice sorgente.

  2. Avatar Luca ha detto:

    Buonasera!!! Quando vado ad attivare il test su action google mi da questo avviso e non parte: GoogleFulfillment ‘actions.fulfillment.devices’ is not supported

    Hai idea di che cosa possa essere???

    Grazie

  3. Avatar Marco ha detto:

    Ho lo stesso problema di Luca ovvero l’errore “GoogleFulfillment ‘actions.fulfillment.devices’ is not supporter” quando provo ad avviare il test. Come potrei fare per risolvere?

  4. Avatar Luca ha detto:

    Io lo faccio…..al massimo mi manderete a ……. !!!! 🙂 Non è che potreste verificare, data la vs esperienza, se ha voi lo fa o se siamo noi che evidentemente sbagliamo qlcosa? Grazie comunque in anticipo!!!!

  5. Avatar Luca ha detto:

    Anche su fb se ne parla e sembrerebbe che non ci riesca più nessuno!!! 😥😥😥

  6. Avatar Matteo Barboni ha detto:

    Ci ho messo un po, ma seguendo la vostra guida sono riuscito a configurare tutto alla perfezione. Grazie

  7. Avatar Max ha detto:

    Ciao, dalla console di Google tutto funziona correttamente ma da app GH non c’è verso di aggiungere il nuovo servizio. MI fa fare il login su HA e poi torna indietro senza aver fatto nulla. Ho già provato da diversi device, avete idee?

  8. Avatar Gio ha detto:

    Google non riesce più a sincronizzare quello che è contenuto ne la mia app di prova… cosa potrebbe essere successo?
    Grazie mille in anticipo

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *