Guida Broadlink Parte 2: Climate

HassioHelp

Guida Broadlink Parte 2: Climate

Aggiornamento 10/03/2019 questa guida va bene per tutte le versioni di Hassio precedenti alla 0.89, per versioni successive guarda qui

In questa seconda parte della guida andremo a vedere come installare il custom componet per poter comandare climatizzatori, tv e ventilatori a soffitto ed entreremo nel dettaglio della configurazione per i condizionatori, poi con altre 2 guide a seguire vedremo Tv e Fan.

La guida sempre realizzata da Mauro Cimino che è la continuazione della Guida Broadlink Parte 1: Integrazione.

Per prima cosa colleghiamoci al seguente indirizzo GitHub: https://github.com/vpnmaster/homeassistant-custom-components, premiamo il tasto clona/scarica e selezioniamo Scarica Zip.

 

Una volta scaricato il file zip apritelo fino a raggiungere la cartella homeassistant-custom-components-master, in modo da visualizzare come segue:

Come potete notare, oltre al custom component vero e proprio ci sono altre 3 cartelle che contengono alcuni file per i codici dei condizionatori, delle tv e delle ventole. Per cui se siamo fortunati eviteremo di dover acquisire un po’ di codici IR facendoci risparmiare un molto tempo.

Se in Hassio non avete già una cartella custom_components prendete quella all’interno del file zip (visibile nell’immagine precedente) e copiatela (tramite SAMBA) all’interno della cartella config di Hassio. Se invece la cartella custom_components è già presente in Hassio, copiate al suo interno le 3 cartelle climate, fan e media_player.

Adesso siamo pronti per configurare ed analizzare le singole configurazioni per climate, fan e media_player, ma prima riavviamo Hassio in modo che possa vedere il custom component appena installato.

 

CLIMATE

Prima di tutto controllate se nella cartella broadlink_climate_codes all’nterno del file zip, scaricato precedentemente, è presente il file “.ini” per il vostro condizionatore:

se è già presente la marca del vostro dispositivo potete passare direttamente alla fase COPIA FILE ini se continuate con il prossimo passaggio.

CRAZIONE FILE ini
Personalmente non sono stato cosi fortunato, se non lo siete nemmeno voi, utilizzando la prima parte di questa guida vi tocca acquisire tutti i codici IR del condizionatore e realizzare il vostro file con una struttura uguale a quello che ho realizzato io:

Una volta acquisiti tutti i codici, salvate il file dando un nome a piacimento ma con estensione “.ini“.  Personalmente per il nome del file ho scelto marca e modello del condizionatore e l’ho chiamato beko100ak.ini.

COPIA FILE .ini
Prendete il file del vostro dispositivo o quello appena creato ed inseritelo nella cartella \\HASSIO\config\custom_components\climate

una volta creato e posizionato il nostro file non ci resta che dichiarare il nostro climatizzatore all’interno del nostro file configuration.yaml o se preferite, con le opportune configurazioni, potete inserire la configurazione dentro il file climate.yaml:

andiamo ora ad analizzare le variabili possibili per la configurazione:
name:  (opzionale): Nome del componente ad es. condizionatore salotto
host:  (obbligatorio): Il nome host / indirizzo IP del dispositivo Broadlink RM
mac:  (obbligatorio): l’indirizzo MAC-Address del dispositivo Broadlink RM
timeout:  (opzionale): Timeout in secondi per la connessione al dispositivo
ircodes_ini:  (obbligatorio): il percorso dei codici IR del file .ini
min_temp:  (facoltativo): imposta il set-point minimo disponibile (valore predefinito: 16)
max_temp:  (facoltativo): imposta il set-point massimo disponibile (valore predefinito: 30)
target_temp:  (facoltativo): imposta la temperatura iniziale. (valore predefinito: 20)
target_temp_step:  (Facoltativo): imposta la variazione della temperatura target. (predefinito: 1)
temp_sensor:  (facoltativo): entity_id per un sensore di temperatura,  quindi se nella stanza avete un vostro sensore potete riportarlo qui
default_operation : (Opzionale): (predefinito su ‘off’)
default_fan_mode:  (Opzionale): (predefinito su auto)
customize:  (Opzionale): Elenco di opzioni da personalizzare.
operations:  (Opzionale *): Elenco delle modalità operative (predefinito: idle, heat, cool, auto)
fan_modes:  (opzionale *): elenco delle modalità di ventilazione (predefinito: basso, medio, alto, automatico)

Adesso che avere impostato tutte le opzioni utili andiamo a verificare la configurazione, se tutto è andato a buon fine riavviamo Hassio, siamo pronti a goderci il nostro climatizzatore domotico. Ci basta solo inserire il nostro clima nel file group.yaml o in Lovelace in base all’interfaccia grafica che utilizzate.

Configurazione di esempio per chi non usa ancora Lovelace:

 

Configurazione di esempio per Lovelace:

Questo è il risultato che otterremo con Lovelace

 

3 risposte

  1. Avatar Massimo ha detto:

    Ciao,
    scusa la domanda sciocca, non capisco la differenza dei comandi acquisiti ad esempio tra:
    low_30 = JgBAAAABHYgPNA4UDhQNFA41DhQOEw4UDhQNFA4UDhMONQ4UDhQNFA41DjUONg4TDhQOEw4UDhQNFA41DjUOFA4ADQUAAAAAAAAAAA==
    e
    mid_30 = JgDYAAABJZUTOBM4EhMSExITExITOBM5EjgUNxM5EhMSEhMTERMTExI6ETkTOBI5EhMSExITEhMTExETEzkSORI5ExISExITExITExISExMRExMTETkSFBMRExMTEhITEhMSExITEhMTEhITExMSEhITEhMSORM5EhITExMRExMSEhMTEhMSExMSEhMTEhITEhMSExITEhMTExETFBIRExMTETkSExMTEhMSExITEhMSExMSEhMSFBISFBISOBITExMSEhMTERQSORITEhMSORI5EhMSExITEgANBQ==

    Inoltre, ho capito che ogni volta che premo un tasto sul telecomando del condizionatore creo un codice, ma non riesco a capire come può recepire il fatto che io cambi la modalità da “auto”-> “heat”->”cool” etc

    Grazie mille!

    • Mauro Cimino Mauro Cimino ha detto:

      Ciao, la differenza la trasmette tramite ilcodice. Il telecomando del condizionatore ogni volta che premi un tasto qualsiasi ritrasmette tutto, quindi se ti passi da velocità ventola mod a velocità ventola High , lui trasmetterà i comandi: accesso, modalità caldo freddo etc, velocità ventola, temperatura impostata, swing delle alette etc etc

      • Avatar Massimo ha detto:

        Davvero? cioè si becca tutte le impostazioni messe precedentemente? Figata! Grazie mille della risposta e della guida veramente ben fatta!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *