Powahome: la domotica per tutti

HassioHelp

Powahome: la domotica per tutti

Introduzione

In questo articolo che in realtà è una recensione andremo a vedere un sistema di domotica per il controllo di luci, prese e tapparelle che ha il grosso vantaggio della semplicità di installazione ed utilizzo.

Altra caratteristica interessante e poco usuale è che il sistema Powahome (www.powahome.com) è stato progettato e realizzato nel nostro paese; l’italianità del prodotto è una bella notizia visto che molti prodotti che utilizziamo sono di provenienza “orientale”. Vediamo subito le caratteristiche dei due prodotti commercializzati entrambi dotati di doppio relay comandabile attraverso la rete Wi-Fi domestica:

Pulsante commutatore Wi-Fi per luci, prese e utenze elettriche.

  • Modello: PWH-SW01-IT
  • Tensione: 230V
  • Frequenza: 50Hz
  • Carico max: 8A resistivo o MAX 3 lampade LED per canale

Pulsante commutatore Wi-Fi per tapparelle (avvolgibili).

  • Modello: PWH-RS01-IT
  • Tensione: 230V
  • Frequenza: 50Hz
  • Carico max: 3A induttivo

In questa recensione vedremo all’opera il pulsante commutatore per luci e prese: il prodotto di presenta compatto (misure: circa 3x5x2cm) accompagnato da un “bugiardino” molto completo che illustra le caratteristiche del prodotto, la dichiarazione di conformità CE, le avvertenze di sicurezza, gli schemi di collegamento, i riferimenti (email) del supporto e la procedura di reset.

Installazione

I collegamenti permessi per il commutatore per luci e prese sono i seguenti:

  1. Collegamento di un interruttore
  2. Collegamento di due interruttori
  3. Collegamento di un deviatore
  4. Collegamento di un deviatore e di un interruttore
  5. Collegamento di un relè
  6. Collegamento di una presa

I collegamenti permessi per il commutatore per tapparelle invece sono:

  1. Collegamento doppio pulsante (tapparella)
  2. Collegamento doppio pulsante interbloccato/commutatore (tapparella)

Come dicevo il pulsante Powahome è piuttosto compatto e le sue dimensioni sono studiate per poter essere inserito al posto di un frutto nella cassetta elettrica come in figura.

 

 

A questo punto non vi resta che collegare il pulsante Powahome in una delle configurazioni illustrate precedentemente, resta inteso che la cosa migliore è far installare il tutto ad un professionista qualificato (con la tensione a 230V NON SI SCHERZA).

Configurazione app

Una volta collegato il commutatore si può procedere alla configurazione dell’app in pochi semplici passaggi, la logica è quella già vista con altri dispositivi, il commutatore Powahome va in modalità AP (Access Point) e tramite app si possono inserire i parametri della propria rete Wi-Fi. La app richiederà la registrazione da effettuare per esempio tramite Google.

App Powahome su Google Play

 

App Powahome su Google Play

Schermata iniziale dell’app

Le schermate di configurazione

Configurazione nomi e tipologia di commutatori

Riconoscimento dispositvi

Configurazione WiFi

Le principali schermate dell’app:

Dasboard principale

Schermata dispositvi

Schermata dei gruppi

Prova

La prova è stata eseguita collegando una lampada e un interruttore come previsto nelle istruzioni operative fornite a corredo, i collegamenti elettrici sono i seguenti:

  • Interruttore collegato ai due morsetti SW1 o SW2 del commutatore Powahome
  • Neutro e Fase collegati rispettivamente ai morsetti L e N del commutatore Powahome
  • Lampada collegata al Neutro e al morsetto L1 del commutatore Powahome

 

Il comportamento nella prova è in linea con le attese, la lampada è comandabile sia da app che da interruttore fisico. Per quanto riguarda l’app non ci sono stati malfunzionamenti di qualsiasi genere.

Per garantire il controllo da remoto tramite app, il commutatore Powahome necessita di connessioni Wi-Fi e Internet. In assenza di queste connettività, è possibile comandare le luci tramite il tasto fisico (interruttore/deviatore/pulsante).

Risultati del test

Il prodotto si è comportato in maniera impeccabile, lo stato della lampada sull’app è coerente con lo stato fisico della lampada (accesa o spenta) e cambia sia se premo il pulsante/interruttore/deviatore fisico sia se accendo o spengo la luce tramite app.

Pro:

  • Istruzioni che illustarno le configurazioni possibili semplici e chiare
  • App ben fatta
  • Prodotto e supporto italiano
  • Comandabile da GH e Alexa

Contro:

  • La roadmap di Powahome prevede il rilascio delle API, ma al momento il sistema è chiuso e quindi non è possibile l’integrazione con Home Assistant.
  • Procedura di reset un po’ macchinosa (occorre spegnere il Wi-Fi).

L’ultima nota la riguarda il prezzo (www.store.powahome.com), molti storceranno il naso e faranno il paragone con i soliti prodotti molto economici proveniente dall’estremo oriente: bene penso che questo paragone non stia molto in piedi perché sono prodotti diversi adatti ad utenti diversi. Powahome è un prodotto pronto all’uso e non necessità di operazioni complicate come saldare PIN sulla scheda elettronica o cambi firmware, ogni utente quindi deciderà in base alle proprie disponibilità e conoscenze quale prodotto soddisfa al meglio le proprie esigenze.

Ringraziamo Powaome per averci spedito gratuitamente il dispositivo per la recensione!

 

Una risposta.

  1. Avatar Marco ha detto:

    Posso confermare che è un ottimo prodotto. Ho automatizzato tutte le luci di casa utilizzandoli insieme a invertitori, deviatori o relè.
    Per quanto riguarda la procedura di reset, io l’ho trovata semplice, rispetto anche ad altri dispositivi simili e non ho mai spento il wi-fi per farlo.
    Aggiungo che anche l’assistenza funziona bene, li ho contattati varie volte e mi hanno sempre risposto nel giro di 24/48 ore.
    Per quanto riguarda il prezzo, che a prima vista può sembrare alto, posso dire che io ho aspettato una promozione sul loro sito e comprato 10 unità arrivando a spendere quasi la metà del pezzo singolo. Per cui diventa assolutamente in linea. In ogni caso l’installazione e setup li ho trovati più semplici di altri.
    Effettivamente non ci sono ancora le API pubbliche e le aspetto con ansia per poter integrare i punti luce in HA.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *